25 mar 2010

RICCARDO ZAFRED

Riccardo on Paton Honda, racing

Riccardo Zafred è un pilota, o forse è piu' esatto dire che lo è stato. Noi di RC6 non amiamo la ribalta forzata dei soliti noti, esattamente come visto e sentito in televisione, ma consideriamo che l'aspetto umano cosidetto " comune " sia il punto focale di ogni spirito racing, che sia su una moto, in un piccolo ospedale, in un ghetto, in una mensa per poveri, in una piccola chiesa di periferia, su una sedia a rotelle, ovunque ci sia insomma, una situazione ai limiti della scommessa umana.
Di Riccardo Zafred si potrebbe scorrere il numero di pole, le gare, le moto distrutte, i trofei, le sconfitte, le speranze, le aspettative, le moto che ha condotto ( Bimota, Honda, Ducati, Paton ecc...ecc...)...esattamente come la vita. A noi basta sapere che lui era veloce, dannatamente veloce, ai limiti. Ho semplicemente chiesto a lui 6 domande....

RC6 - Riccardo, quale è stata la moto che piu' ti ha entusiasmato nella tua carriera?
R.Z. - Ciao, sicuramente la Ducati 888 SBK, nessuna quadricilindrica o tri ha il carattere, la vita pulsante del bicilindrico bolognese; quella moto è paragonabile ad un propulsore f1 di anni addietro, la coppia, la forza, è un vero MOTORE GARA.
RC6 - 2 tempi...o 4??
R.Z. -Quattro tempi...ormai hanno inparato a farle andare come, anzi, meglio dei 2 tempi, poi questi ultimi sono come i DINOSAURI, NON ESISTONO PIU.
RC6 - Elettronica si o no per l'amatore sulle moto odierne? ( rsv4, bmwssr, mappature varie...)
R.Z. - L'elettronica occorre, tutto funziona meglio e più velocemente e inoltre aiuta specialmente chi ne ha maggior bisogno, pensa soltanto al launch \control delle macchine, nessun umano può pareggiare i tempi di accelerazione fatti da 0 a 100 km\h con questo meccanismo e poi l'uomo sbaglia l'elettronica NO. ( non so cosa sia per lui un amatore ma non approfondisco n.d.r.)
RC6 - La gara della tua vita?
R.Z. - Non ho avuto gare della vita, sono state tutte gare belle.
RC6 - Il tuo pensiero sui centauri che vedi in giro...?
R.Z. - Da un lato credo sia meglio che in passato, dall'altro è peggio; troppi in pista a girare, le piste sono rincarate per la moda imperante, dopo 3\4 volte che vengono a girare hanno finito i soldi e non vengono più, dopo tornano a fare idiozie per strada ancora peggio perchè si sentono piloti, per non parlare degli ignoranti in materia che fanno scuole di motociclismo; non erano buoni loro, vorrei capire come fanno a sapere quello che non sanno dato che lo hanno fatto ad altro ritmo, è solo un sistema per lucrare su chi non sa chi sono, pensate un po' ai maghi......
RC6 - Il tuo ultimo pilota che hai seguito con ammirazione?
R.Z. - Uno solo: è VALENTINO ROSSI; chi non lo stima è invidioso, nessuna altra spiegazione dato che è il migliore in assoluto da quando sono nate le gare.......anche adesso che ha 31 anni può vincere ancora per un paio di anni, nessuno è completo come lui, o ha la sua tattica, intelligenza e pazienza; non il NEVROTICO STONER, non l'infelice SOTTODOTATO PEDROSA, non il PRESUNTUOSO E POCO INTELLIGENTE LORENZO, chissà se MANI DI FORBICE DOVIZIOSO un giorno.....l'unico in cui credo veramente e lo vedo come il naturale erede di VALE è SPIES ...VERO TALENTO, NON PAROLE BUTTATE LI, -V E R O -TALENTO.

Bene, ringraziamo Riccardo per la sua disponibilita', ospiteremo sicuramente altre sue foto che sono bellissime ed interessanti. Buona vita!!

photo by R. Zafred